giovedì 15 marzo 2012


Consulenza Globale prima, durante e dopo l’attività
Tipologia d’intervento a 360°




La richiesta sempre più consolidata verso la Qualità del servizio in tutte le manifestazioni dell’albergo,ci pongono delle metodologie unificate di standardizzazione dei servizi che devono essere mantenute costanti nel tempo.


Intervento

Il nostro operato si avvale di professionalità acquisita negli anni, comparando gli errori di della gestione di strutture fallimentari, con successi da noi ottenuti, seguendo metodi e linee guida già ottimizzate per la buona gestione.

Lo studio specifico dell’albergo che svilupperemo con discrezione, apporterà alla Società gerente un quadro completo della situazione tecnica, degli standard di qualità, in raffronto a quella che il nostro cliente richiede.

L’analisi economica ci permetterà di creare un quadro della situazione, suddividendo ogni reparto in Centri di Costo e Centri di Ricavo, per valutare le strategie da adottare; questa procedura ci permetterà di minimizzare i costi ottimizzando o la qualità del servizio o il margine operativo.

La Consulenza è effettuata dopo un’attenta analisi delle caratteristiche albergo/ristorante, un’accurata selezione del Target cui mirare ed una precisa definizione delle modalità d’intervento.Una consolidata conoscenza del mercato, lo studio e l’approfondimento continuo della materia, ci consentono di fornire soluzioni adeguate al raggiungimento dell’obiettivo "buona gestione".

Fasi di intervento

Il nostro intervento si articolerà in tre fasi:
La prima fase consisterà nella visita di due professionisti aventi lo scopo di valutare la situazione esistente. 
La seconda, nella redazione del manuale, del progetto budget, riunioni con i responsabili dei reparti, interventi innovativi, strategia commerciale, ecc. 
La terza, nella formazione ed informazione al Vostro personale.


Al termine della consulenza sarà fornito

Budget di previsione con progetto ottimizzato
Manuale di procedure
Modulistica di reparto
Schede di produttività
Manuale comportamentale
Formulazione & proposte della gestione innovative
Formazione del personale
Fascicoli di reparto

Modalità di intervento

La nostra consulenza si avvale di esperti, qualificati in Qualità e gestione alberghiera
Consulente CIPAS in azienda

Programmazione e studio del Budget 
Attività di Marketing 
Contrattistica con Tour Operator & Agenzie 
Selezione del Personale 
Organizzazione Divisione/Reparti 
Manualistica e Modulistica 
Studio Carte Menu Food & Beverage 
Ottimizzazione dei processi produttivi 
Acquisti, valutazioni e supervisione 
Controllo della gestione 
Logistica


giovedì 8 marzo 2012

SCALA DI YORK by giancarlo Pastore

















SCALA DI YORK by giancarlo Pastore
DIDATTICA ALLIEVI CIPAS TM

UNA PRATICA PER INIZIATI 
OTTIMIZZAZIONE EFFICIENZA PROCESSI INDICI

Knowledge Management
Intangible Assets
Neuroscienze (stadio superiore a PNL & BODY LANGUAGE)
Statistica Sinica
Selfica
Quantum Measurement

sabato 3 marzo 2012




Didattica CIPAS™  fornita agli Allievi in fase di
Continua la descrizione e giusta interpretazione del Businnes plan o piano d'impresa. In questa fase trattiamo LA PRESENTAZIONE.
La presentazione sintetica del piano riporta:
  • La descrizione dell’azienda o del team imprenditoriale;
  • Il suo potenziale;
  • L’esperienza dei singoli componenti;
  • La descrizione dei prodotti/servizi che s’intendono commercializzare;
  • Gli obiettivi che si vogliono raggiungere e la strategia di base impostata;
  • I motivi che fanno ritenere che sarà un’operazione di successo;
  • La struttura e i mezzi di cui ci s’intende avvalere.
Sostanzialmente, si divide in due macroaree; nella prima, confluiranno tutte le notizie inerenti l’impresa ed i suoi fondatori, la descrizione del team imprenditoriale.
In quest’area, quindi, l’attenzione si sofferma su:
La cronistoria aziendale
  • La nascita dell’impresa;
  • La sua forma e composizione societaria;
  • La presenza di legami con altre imprese.
La descrizione dell’imprenditore
  • Esperienze passate affini al business
  • Non affini al business;
  • Motivazioni;
  • Ruolo svolto all’interno dell’iniziativa.
Le caratteristiche del team imprenditoriale
  • I componenti del gruppo;
  • Le esperienze dei componenti del gruppo;
  • I ruoli chiave nel progetto/impresa:
  • Soggetti preposti per i ruoli chiave;
  • Prospettive future di assetto del team.
Nella seconda macroarea, si devono illustrare:
Il prodotto  Si può trattare di una descrizione della variazione di un prodotto esistente o un prodotto completamente nuovo.
La missione  ossia la funzione e il ruolo dell’impresa nel mercato e la ragione della sua esistenza;  l’idea, ed in particolare:
  • L’iter della sua nascita;
  • Lo stato di avanzamento del progetto;
  • Le motivazioni all'imprenditorialità;
  • I caratteri distintivi ed eventuali elementi di innovazione.
La formula imprenditoriale
  • Il sistema di prodotto/servizio offerto;
  • I clienti;
  • La struttura organizzativa (risorse, organizzazione dell’attività, la forma di gestione).

venerdì 2 marzo 2012